Arti MarzialiMuay Experience

Arti Marziali Tradizionali vs MMA??

Arti Marziali Tradizionali contro Mixed Martial Arts?? Nessun “contro” grazie!

Al passaggio del nuovo millennio sono ancora in molti a sottolineare una netta differenza tra chi pratica le Arti Marziali cosiddette “Tradizionali” e chi invece si vota al Combattimento Totale (sportivo o meno) implementando ogni tecnica che sia funzionale allo scopo ultimo.

Molti si riferiscono ad una questione di valori, alcuni parlano di spiritualitá. Altri ancora invece delimitano di fatto un confine abissale tra chi è pronto al confronto e chi meno.

Un’ottima ragione per fare un salto nel passato e comprendere il diretto collegamento a quanto accade oggi.

Le Arti Marziali nascono con l’uomo stesso e rappresentano una delle massime espressioni del nostro spirito indomito.

Da epoche remote la disciplina guerriera ha identificato intere popolazioni. Parliamo di veri e propri Percorsi Iniziatici che preparano ad affrontare le avversitá dell’esistenza.

Un esempio su tutti è quello della Grecia all’Etá dell’Oro.

Migliaia di anni fa, i guerrieri greci e spartani, tra i più temuti al mondo, praticavano infatti il Pan Kratos, che significa letteralmente “Tutti i Poteri”.

Un sistema di lotta che prevedeva l’utilizzo di tutte le possibili tecniche per terminare l’avversario. Una disciplina tanto succinta in Guerra quanto rinomata nei Giochi Olimpici.

Erano tempi in cui gli Uomini camminavano al passo degli Dei. La spiritualitá, l’etica ed il valore erano conclamati in ogni gesto o parola.

Tuttavia l’accento era sempre posto sulla praticitá e la risolutezza.

Filosofia e Azione rappresentavano due mani congiunte in preghiera, ed altrettanto pronte ad impugnare scudo e spada

Nelle arti marziali più antiche al mondo era previsto un combattimento integrale e la nostra analisi dovrebbe partire da questo sapere indiscusso. Nulla di più “Tradizionale”.

Attraverso il confronto si dava forma e sostanza al contenuto del proprio spirito, dimenticando ogni finto buonismo, polverizzando le morali imposte e lasciando spazio al Divino.

Uomini pronti ad affrontarsi nella Nobiltá di una contesa che non diniega la Propria Natura.

Una rappresentazione dove vita e morte si equivalgono.

Una dimensione volta a mettere in evidenza i propri limiti con la profonda volontá di superarli. Nulla di più “Sacro”.

Dopo questo periodo c’è stata una graduale separazione interdisciplinare, dovuta anche alla frammentazione di un sapere che non era più ritenuto indispensabile nell’educazione del popolo.

Sembra che ad un certo punto l’uomo abbia preferito la “specializzazione ed il dettaglio” perdendo di vista il Grande Disegno.

Anche l’affermazione dei culti monoteisti ha comportato una marcata regressione delle capacitá psicofisiche. Ha limitato molto la libera espressione dell’individuo, costringendolo dalla nascita a vivere da “separato in casa” tra il suo corpo e la sua mente.

 

MMA

 

Analizzando brevemente le possibili conseguenze, spaziando tra teoria, pratica ed esoteria, possiamo facilmente intravedere ostacoli che fanno parte della nostra visione soggettiva.

Oggettivamente invece, le Mixed Martial Arts sono un chiaro tentativo di ritornare alle origini della disciplina così com’era, senza alcuna mistificazione e speculazione. Al contempo ci sono gaps inequivocabili sotto gli occhi di tutti gli intenditori.

Glisso volontariamente gli aspetti riguardanti il marketing e l’agonismo, in quanto interessano l’intera sfera esistenziale e non sono assolutamente imputabili ad alcuni ambiti piuttosto che altri.

Occorre essere realisti ed imparziali.

Metodo ed Atteggiamento sono forse gli unici argomenti sui quali dovremmo focalizzarci

Lo stato attuale rimanda al modo in cui ci si addestra per affrontare più situazioni di movimento, spesso non prevedibili.

Se siamo disposti ad ammettere che con le MMA è in atto un processo di purificazione stilistica, d’altro canto dovremmo anche riconoscere che nei 2/3 dei casi scarseggia il pedigree tecnico dei formatori.

Sono elementi che toccano anche molti accaniti sostenitori delle AMT, capaci di costruire interi romanzi pur di non fare sparring. I famosi “Io alleno tecniche mortali, se ti tocco poi sono costretto a farti seriamente male” oppure “L’esercito vittorioso è quello che non ha mai combattuto”. Parlo di tutti quelli che combattono nella loro mente come nel noto film “Hero”.

Fortunatamente non siamo tutti uguali.

Per passare contenuti di un certo livello si necessita di fasi graduali, tempi…. ed Esperti di Settore.

La maggior parte dei campioni che si è distinta in questo campo viene da molti anni di allenamento in diverse specialitá di lotta.

Le loro capacitá di movimento e la padronanza della tecnica sono il risultato di un iter abbastanza vario e complesso.

L’unica differenza sostanziale risiede quindi nel rispetto dell’individuo. Attenersi ai processi naturali, senza voler bruciare le tappe fisiologiche dell’apprendimento.

L’aspetto atletico è importante, ma quello che riguarda il filo conduttore tra Postura, Respirazione e Attitudine è fondamentale

Nulla a che vedere con divise, cinture e sistemi tesi a creare automi di massa, e nemmeno frasari mistici ben lontani da ciò che “Funziona”.

Si tratta semplicemente di Educazione Fisica e Propedeutica al Movimento. Esercitazioni che rispondono concretamente ai nostri bisogni.

Per far questo è vivamente richiesta gente in possesso di onestá intellettuale. Qualcuno che proponga temi nei quali è davvero preparato. Un praticante professionista che non abbia ceduto alla fiaba di “Maestro brevettato”, disposto alla pazienza di condividere la propria esperienza, e che magari non sia interessato a vendere un prodotto.

Il Muay che ho studiato in Thailandia (come tutte le arti marziali in origine) non si discosta per niente dal concetto delle MMA. È solo un Metodo ed è soltanto il tempo di tornare ad “Essere chi Realmente Siamo”.

A tal proposito vorrei estendere un invito.

Se insegni Arti Marziali o ti piacerebbe praticarle per come sono state concepite non esitare a contattarmi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *