Preparazione Fisica

Bodyweight: allenamento fuori dagli schemi!

L’importanza dell’allenamento a corpo libero

L’allenamento è una scienza a tutti gli effetti.

Da quando abbiamo cominciato a comprendere questo aspetto, abbiamo anche iniziato a sentirci obbligati nel trovare soluzioni sempre differenti per addestrare il corpo umano.

Tuttavia grazie alla ricerca abbiamo ideato sistemi che integrano la preparazione degli atleti. Piani che supportano le fasi di recupero e che lavorarano sulla propriocezione. Allenamenti in sospensione, training con sovraccarico, con riduzione della forza di gravità, etc.

Spesso però, pur di restare intenti nel seguire il bene incondizionato per i metodi rivoluzionari, perdiamo di vista la radice del “grande albero del movimento”: l’Allenamento a Corpo Libero.

Ogni programma di Educazione Fisica dovrebbe aderire a questo principio

L’intento principale dovrebbe essere quello di consentire ad ognuno di conoscere la propria costituzione.

È bene considerare che, oltre ad avere caratteristiche standard, ognuno di noi possiede un certo grado di “asimmetria”. Spalle in dislivello, un braccio leggermente diverso dall’altro, etc.

Si pensi per esempio alle macchine isotoniche presenti nella maggior parte delle palestre odierne. Sono costruite considerando un essere umano perfettamente simmetrico.

Guidano il movimento in una direzione forzata e senza possibilità di variarla naturalmente. Basti confrontare un piegamento sulle gambe eseguito al multipower con uno squat libero.

L’utilizzo di queste macchine non consente la piena attivazione del sistema nervoso e tutta la serie di stimoli ormonali che promuovono lo sviluppo delle capacità motorie viene glissata. Di conseguenza l’imprinting sul trofismo armonico delle masse muscolari risulta scarso.

Non solo: la probabilità di incappare in infortuni e problemi articolari è alta, specie in presenza di carichi gravosi.

Le linee guida imposte da suddetti macchinari non rispettano le proprietá biomeccaniche umane.

 

Bodyweight allenamento a corpo libero

 

Il Movimento a Corpo Libero è la costante che regola la nostra caratteristica innata 

Dovremmo occuparci di prendere coscienza del nostro corpo e del suo stato di equilibrio. Saper compiere gesti che rispondano ad una finalità dettagliata come lottare, danzare, arrampicare, correre, etc.

Lavorare a corpo libero promuove la completa attivazione del sistema nervoso centrale e dei sensi annessi, con una serie infinita di vantaggi.

Muscolatura tonica e proporzionata, maggior capacità di concentrazione, flessibilità e scioltezza.

Concretizza la possibilità di utilizzare il corpo interamente e non in maniera frammentata, stimolando gli organi interni.

Comporta un netto miglioramento di reattività, delle funzioni digestive e cardio polmonari.

Regola il ritmo sonno veglia e sviluppa un’ottima cinestesia.

Ci prepara a più situazioni di movimento e per tante altre ragioni che sono facilmente intuibili.

L’unico aspetto negativo di un allenamento a corpo libero è la presenza necessaria di un insegnante professionista.

Non è possibile allenare un neofita  fornendogli soltanto un pugno di nozioni teoriche e con poca visione pratica dell’argomento.

Lo studente necessita di un trainer davvero molto esperto che dia tutti gli input per la corretta realizzazione degli schemi motori di base. Un veterano che sappia intervenire con informazioni verbali e non.

È indispensabile seguire fasi graduali

La preparazione si focalizza sulle situazioni alle quali prendiamo parte nel quotidiano ed affronta lo sviluppo di una motricità adatta a qualsiasi disciplina.

Stimola la nostra creativitá e contribuisce all’apertura delle tre zone più importanti del corpo: cingolo pelvico, rachide e cingolo scapolo-omerale. Leggi l’articolo sulla Postura.

È quindi possibile allenarsi ovunque senza il bisogno di possedere strumentazioni o spazi specifici. Noi, il nostro corpo e le nostre sensazioni. (Guarda il video Respirazione e Movimento)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *