Preparazione FisicaYoga e Massaggio

La Postura: prendi la tua posizione!

Quando si parla di Movimento e Lotta, la Postura è senz’altro uno degli elementi più importanti.

Parlo della posizione adottata dall’essere umano in diversi momenti e situazioni.

La postura è frutto dell’analisi dei rapporti tra le diverse parti del corpo, dell’interazione con lo spazio circostante e con la forza di gravità.

Nel corso dei secoli l’Uomo ha manifestato una grande capacità di adattamento.

La mutazione del movimento è il risultato di un processo di consapevolezza che è avvenuto di pari passo alle trasformazioni posturali

La conquista della postura eretta ha consentito un utilizzo ben differente degli arti.

Ha favorito lo sviluppo dei processi cognitivi, portandoci in un’altra dimensione sul piano psichico.

Realizzando la postura eretta gli organi si sono posizionati diversamente all’interno del corpo.

In quadrupedia pendevano verso il basso ed erano stimolati dal particolare andamento. Mentre stando in equilibrio su due piedi gli organi si sono posizionati gli uni sugli altri.

È una questione sulla quale la medicina tradizionale ha sempre posto l’attenzione. Gli organi possono per esempio sfregare tra loro e generare umidità, rischiando di provocare l’insorgere di vari disturbi.

È molto importante capire quali mezzi adottare per evitare lo sviluppo di patologie e cercare di prevenirle attraverso l’esercizio fisico.

Praticare determinate posizioni, associandole al movimento e alla respirazione, ci aiuta a tonificare le strutture organiche che concorrono al mantenimento delle condizioni vitali.

Tutto questo migliora il flusso dei fluidi essenziali, favorendone un’equilibrata distribuzione all’interno dell’organismo ed incrementando sensibilmente le funzioni cognitive.

Una parte fondamentale nello studio della postura riguarda gli archi di forza

Un particolare allineamento di specifiche zone del corpo che andranno a svolgere compiti ben dettagliati.

  • Primo Arco: costituito dal rapporto tra i vari segmenti corporei che compongono gli arti inferiori, in collaborazione con il cingolo pelvico.
  • Secondo Arco: costituito dal rachide, e quindi dalla posizione assunta dalle vertebre, ponendo attenzione alle curve fisiologiche.
  • Terzo Arco: costituito dal cingolo scapolo – omerale.

Elementi che conducono direttamente alla qualità e alle finalità del movimento espresso.

Nel campo della lotta ci aiuta a capire come sviluppare forza partendo dalle gambe, come distribuirla attraverso anche, spina dorsale e spalle e come esprimerla attraverso le estensioni del corpo. (Leggi Movimento e Lotta )

Capire come assorbire le forze provenienti dall’avversario e rendere il nostro corpo capace di utilizzarle a proprio vantaggio. Imparare a comprendere come il nostro corpo recepisce le informazioni dall’ambiente esterno, come interpreta le emozioni e come si rapporta verso i propri simili.

La nostra postura comunica molti più dati rispetto a quelli che possiamo tradurre verbalmente

Volendo lasciare spazio a qualcosa di più pratico, illustrerò tre semplici esercizi per prendere coscienza della propria postura.

Primo Esercizio

Sdraiarsi in posizione supina.

Portare gradualmente l’attenzione su tutti i punti del corpo a contatto con il terreno.

Cominciare dalla nuca fino ad arrivare ai piedi e poi viceversa, dai piedi fino alla nuca.

Per ogni punto dedicare il tempo necessario alla visualizzazione completa del punto di contatto, fino ad interiorizzarne l’esperienza.

Percepire la zona di giacenza e rilassare la parte del corpo in oggetto, attraverso una respirazione naturale e rilassata.

Per ogni punto dedicare almeno 5 atti respiratori completi (inspirazione – espirazione).

Secondo Esercizio

Sedersi su una sedia.

Come migliorare la Postura

Piedi pari larghezza spalle, piante dei piedi a terra, in linea con le ginocchia flesse (formando un angolo di 90 gradi).

Ginocchia in linea con le anche (rilassare la muscolatura degli arti inferiori).

Colonna vertebrale diritta e allineata, rilassare il coccige verso il basso e puntare verso la parte più alta della testa verso l’alto (rilassare le anche, i genitali e l’addome).

Lordosi lombare attenuata.

Come migliorare la PosturaBraccia distese lungo il corpo, spalle che si espandono leggermente verso i rispettivi lati (torace rilassato).

Mento leggermente retratto verso la gola, attenuare la lordosi cervicale, lingua che poggia sul palato e visione periferica (la vista comprende tutto ciò che ha intorno senza focalizzarsi su nulla).

Respirazione naturale e rilassata. Mantenere la posizione per 1-2 minuti, alzarsi, passeggiare e ripetere 4-5 volte.

 

Terzo Esercizio

In stazione eretta.

Come migliorare la Postura

Piedi pari larghezza spalle, piante dei piedi a terra, in linea con le ginocchia.

Ginocchia in linea con le anche (rilassare la muscolatura degli arti inferiori facendo attenzione che le ginocchia non siano valghe/vare).

Far sedere il coccige verso il basso flettendo leggermente le ginocchia (rilassare le anche, i genitali e l’addome).

Come migliorare la Postura

Colonna vertebrale diritta e allineata, puntare la parte più alta della testa verso l’alto. Lordosi lombare attenuata.

Braccia distese lungo il corpo, spalle che si espandono leggermente verso i rispettivi lati (torace rilassato).

Mento leggermente retratto verso la gola, attenuare la lordosi cervicale, lingua che poggia sul palato e visione periferica (la vista comprende tutto ciò che ha intorno senza focalizzarsi su nulla).

Respirazione naturale e rilassata.

Mantenere la posizione per 1-2 minuti, alzarsi, passeggiare e ripetere 4-5 volte.

 

Un pensiero su “La Postura: prendi la tua posizione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *