Arti MarzialiMuay Experience

Muay Boran: Miti da Sfatare

Cosa NON È il Muay Boran

I nostri tempi sono molto persuasi da varie convinzioni, dovute anche al potere dei media che utilizziamo ad altissima frequenza.

Parlando di Muay Thai Antico in occidente, ho notato la tendenza nel fare molta confusione. Con lo scopo di far conoscere quest’Arte Marziale così com’è, ho pensato di scrivere Cosa NON È il Muay Boran.

In articoli e video precedenti è stata evidenziata la parola “Boran”, che sintetizza l’antica pratica da combattimento thailandese. Questa è suddivisa in diversi stili, ognuno dei quali presenta caratteristiche specifiche che necessitano di anni di studio per essere metabolizzate. (Guarda il Video)

Dopo aver preso parte ad un duro addestramento secondo la Tradizione, posso dirvi che:

Il Muay Boran (come ogni Arte Marziale testata di fatto in Guerra) NON È un percorso concepito per essere canonizzato in Forme/Kata o Cinture.

Poco importa se a proporre questo sistema siano stati per primi alcuni thailandesi o meno (in quanto non è tutto “Oro” ciò che è in Thai).

Dietro le ipotetiche innovazioni, dei processi di apprendimento (o inquadramento?), della disciplina, etc., si cela uno dei modi concreti per divulgare e commerciare un “prodotto” in larga scala. Principio che il co-fondatore di pay pal (P. Thiel) reputa indispensabile per creare un marketing duraturo e di successo.

Qualcuno sostiene di aver migliorato/rivoluzionato il Muay Boran senza mai aver studiato fino in fondo uno solo degli stili principali. Molti non hanno mai vissuto per alcuni anni continuativi in Thailandia (luogo che hanno visitato attraverso visti turistici, il piu delle volte dalla durata trimestrale): NCSPPN (Glossario: Non ci siamo proprio per niente…!).

Il Muay Boran NON È uno stile.

È un involucro che abbraccia categorie marziali ben distinte in diverse epoche. Sfumature che richiedono una profonda analisi, contestualizzando i periodi storici e soprattutto allenandosi diversi anni in ognuna di esse per apprezzarne il potenziale.

Anche i pochi che hanno riconosciuto questa veritá, nascondono l’assenza di identitá interstile parlando di rivoluzioni e riassunti. Spesso non sono disposti ad ammettere le profonde lacune tecniche manifestate dal proprio movimento, vistosamente robotico e grossolano rispetto ai canoni del Muay. Una condizione che non può essere camuffata da diplomi e brevetti  facilmente reperibili in Thailandia, o da uno storytelling volto a suscitare emozioni. Esattamente come si lavora nel settore cinematografico.

Il Muay Boran NON È un set di tecniche prestabilite

Non esiste “se mi dai un calcio faccio questo, se mi dai un pugno faccio quest’altro”. Provate ad immaginare qualcosa del genere in Guerra: tutti morti al primo assalto!

 

Muay Boran: Miti da Sfatare

 

Nel Muay Boran, molte tecniche “prestabilite” (che con estrema facilitá cambiano da una regione all’altra) sono state rifinite tra gli anni settanta/ottanta. Il tentativo pricipale era quello di farne un bene “comune”: di fatti sono spesso usate durante spettacoli di rievocazione storica e d’intrattenimento.

Molti amano distinguere nomi come Mae Mai (che, tra molti significati, sta anche per “Tecnica Madre”) e Look Mai (che vuol dire anche “Tecniche Minori/Secondarie/etc.”). Così come la dicitura Mae Lai, che identifica le tecniche relative al simbolismo del Lanna (Nord Thailandia), etc.

Tuttavia questo frasario “standard” presenta limiti notevoli, in quanto tecniche e nomi cambiano di stile in stile, un po come accade per i dialetti.

E parlando appunto di dialetti è abbastanza chiaro che “esprimersi in thailandese” in occidente è totalmente privo di senso.

Gli stessi thailandesi hanno una conoscenza della propria lingua che va in base alla posizione sociale e geografica.

Quale funzionalitá avrebbe riportare una terminologia fittizia (data la sua vastitá), deprivata della sua originalitá, e per di piu proposta ad uno straniero? A quale risultato si aspira, se l’insegnante per primo non si è mai amalgamato con la societá thai, con l’impossibilitá palpabile di valutarne i vari significati?

La risposta si origina spontaneamente come le mail autogenerate di google: Il Fascino per l’Esotico.

Ed è proprio per via della passione per l’oriente ed i suoi misteri (un insieme di filosofia e spiritualitá stilizzati secondo le nostre “convinzioni”), che spesso tutto questo viene confuso con ciò che è la Pratica .

Il Muay Boran NON È qualcosa che si apprende da una terminologia parziale in lingua thai, indossando abiti ed amuleti tipici o mimando movimenti e danze legati al folklore locale.

È la stessa differenza che intercorre tra Cristo e la Chiesa: il primo è “Quella Cosa” il secondo fa business “Parlando di quella Cosa” senza mai incarnarla.

Questi sono senz’altro i punti salienti che più ho riscontrato in occidente, e nello specifico in Italia, dove ancora oggi abbiamo una scarsa conoscenza di questo argomento.

La condivisione di quanto appena detto è rivolta alla conoscenza e alla comprensione di un tema vissuto ed approfondito personalmente.

Durante gli anni spesi nel sud est asiatico ho versato sangue e sudore nel vero senso della parola.

Al fianco dei miei maestri ho potuto appurare i valori di una disciplina attraverso la quale le idee ed i preconcetti hanno lasciato spazio alla concretezza dell’azione.

Fino ad ora ho riportato l’essenza della mia esperienza, che rappresenta l’osservazione limpida e tangibile di un ricercatore.

“Pillola azzurra, fine della storia: domani ti sveglierai in camera tua, e crederai a quello che vorrai. Pillola rossa, resti nel paese delle meraviglie, e vedrai quant’è profonda la tana del Bianconiglio.” –  Morfeo (dal film Matrix)

Domande Frequenti sul Muay e la Thailandia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *